logo MyPortal
Inizio pagina Salta ai contenuti

Città di Rosolina

Provincia di Rovigo - Regione del Veneto


Contenuto

Calendario

Calendario eventi
« Luglio  2017 »
Lun Mar Mer Gio Ven Sab Dom
          1 2
3 4 5 6 7 8 9
10 11 12 13 14 15 16
17 18 19 20 21 22 23
24 25 26 27 28 29 30
31            

Ufficio Tributi

Informazioni sul Servizio

 

AREA - Finanziaria
SETTORE - II°
SERVIZIO - Ufficio Tributi
CODICE UNIVOCO IPA – PFCMVK
PEC - protocollo.comune.rosolina@pec.tuni.it

 

Responsabile del Settore: rag. Graziano Bertaglia
e-mail: graziano.bertaglia@comune.rosolina.ro.it
Telefono Responsabile del Settore: +39 0426 340201
Fax: +39 0426 664285

 

Referente: Fridia Crivellari
e-mail: fridia.crivellari@comune.rosolina.ro.it

Referente: Donatella De Grandis
e-mail: donatella.degrandis@comune.rosolina.ro.it

Telefono: +39 0426 340463
Fax: +39 0426 340191

 

Orario di apertura al pubblico:
Dal lunedì al venerdì dalle ore 9,00 alle ore 12,30

 

Regolamenti e Modulistica

Regolamenti e Modulistica Ufficio Tributi.

TARI

PER INFORMAZIONI RELATIVE ALLA TASSA RIFIUTI 2017 CONTATTARE L’UFFICIO TARI

TASI

Il Consiglio Comunale con deliberazione n. 15 del 30/03/2017 ha disposto, come per gli anni precedenti, di NON applicare il tributo per i servizi indivisibili (TASI) nell’anno 2017.

IMU

REGOLAMENTO IMU.pdf  IMU - REGOLAMENTO PER LA DISCIPLINA DELL'IMPOSTA MUNICIPALE PROPRIA + Aliquote 2017

 

L' IMU è corrisposta secondo le seguenti scadenze:

  • PRIMA RATA (acconto): entro il 16 GIUGNO, per un importo pari al 50% dell’imposta dovuta sulla base delle aliquote vigenti l’anno precedente;
  • SECONDA RATA (conguaglio e saldo): entro il 16 DICEMBRE, è determinata a saldo dell’imposta dovuta per l’intero anno, con eventuale conguaglio sulla prima rata versata, sulla base delle aliquote definitive stabilite dal Comune pubblicate nel sito del Ministero dell’Economia e delle Finanze alla data del 28 ottobre di ciascun anno d’imposta.

Con il programma di calcolo Imu online dell'Anutel - digitando le aliquote deliberate per l’anno 2016 dal Comune - codice catastale H573 - è possibile stampare il modello F24 completo dei dati anagrafici del contribuente, nonché, se dovuta, compilare in maniera guidata la dichiarazione IMU, da presentare entro il 30 giugno per le variazioni intervenute nell’anno precedente e rilevanti ai fini della determinazione dell’imposta. 

 

DAL 2015 SONO ESENTI IMU:

  • l’abitazione principale nel quale il possessore ed il suo nucleo familiare dimorano abitualmente erisiedono anagraficamente,  nonché per le relative pertinenze classificate nelle categorie catastali C/2, C/6 e C/7, nella misura massima di un’unità pertinenziale per ciascuna delle categorie catastali indicate, anche se iscritte in Catasto unitamente all’unità ad uso abitativo, destinate in modo durevole a servizio dell’abitazione principale, tranne le cosiddette "case di lusso" (classificate nelle categorie catastali A/1, A/8, A/9).
    Nel caso in cui i componenti del nucleo familiare abbiano stabilito la dimora abituale e la residenza anagrafica in immobili diversi situati nel territorio comunale, si considera abitazione principale per il nucleo familiare un solo immobile. Ove due coniugi non legalmente separati abbiano stabilito la dimora abituale e la residenza anagrafica in due immobili situati in comuni diversi, le agevolazioni anzidette competono ad entrambi gli immobili solo a condizione che sia fornita idonea documentazione o altro elemento di prova idonei a dimostrare l’effettività dell’esigenza del mantenimento di dimore e residenze separate. In mancanza, le agevolazioni competono ad un solo immobile;

  • la casa coniugale assegnata al coniuge, a seguito di  provvedimento di separazione legale, annullamento, scioglimento o cessazione degli effetti civili del matrimonio;

  • in quanto assimilata all’abitazione principale, ai sensi dell’art. 5 del regolamento comunale IMU, l’unità immobiliare adibita ad abitazione principale di proprietà o in usufrutto ad anziani o disabili residenti in istituti di ricovero/sanitario a seguito di ricovero permanente, a condizione che le stessa non risulti locata (la fattispecie agevolata è soggetta ad apposita comunicazione su modello predisposto dall’Ufficio Tributi);

  • a partire dall'anno 2015 è considerata direttamente adibita ad abitazione principale una ed una sola unità immobiliare posseduta dai cittadini italiani non residenti nel territorio dello Stato e iscritti all'Anagrafe degli italiani residenti all'estero (AIRE), già pensionati nei rispettivi Paesi di residenza, a titolo di proprietà o di usufrutto in Italia, a condizione che non risulti locata o data in comodato d'uso, ai sensi dell’art. 9-bis della legge di conversione del D.L. n. 47/14, Legge 23.05.2014 n. 80, G.U. 27.05.2014 (la fattispecie agevolata è soggetta a dichiarazione IMU, allegando tutta la documentazione attestante il riconoscimento dell’assegno pensionistico nel paese di residenza).

DAL 2016 SONO ESENTI IMU:

  • i terreni agricoli, posseduti e condotti da coltivatori diretti e da imprenditori agricoli professionali iscritti nella previdenza agricola (IAP) (Legge n. 208/2015, art. 1, comma 13) ed inoltre  la Legge di Stabilità 2016, L. n. 208/2015, ha modificato l’art. 13, comma 3, del D.L. n. 201/2011, per cui la base imponibile e' ridotta  del 50 per cento per le  unità  immobiliari,  fatta  eccezione  per  quelle classificate nelle categorie catastali A/1, A/8 e  A/9,  concesse  in comodato dal soggetto passivo ai parenti  in  linea  retta  entro  il primo  grado  (genitori/figli) che  le  utilizzano  come  abitazione   principale,   a condizione che  il  contratto  sia  registrato  e  che  il  comodante possieda un solo immobile in Italia e risieda anagraficamente nonché dimori abitualmente nello stesso comune in cui é situato  l'immobile concesso in comodato; il beneficio si applica anche nel caso  in  cui il comodante oltre all'immobile concesso in comodato  possieda  nello stesso  comune  un  altro  immobile  adibito  a  propria   abitazione principale, ad eccezione delle unità  abitative  classificate  nelle categorie catastali A/1, A/8 e A/9. Il soggetto passivo  attesta  il possesso dei suddetti requisiti nel modello di dichiarazione  IMU 2016 entro il 30 giugno 2017. Nel caso in cui il comodante, oltre ai predetti, possieda altri immobili, scatta l’impossibilità di beneficiare dell’agevolazione. Per godere della riduzione del 50% dell’IMU sull’abitazione concessa in comodato gratuito è necessario effettuare la registrazione del contratto presso l’Agenzia delle Entrate e la riduzione sarà applicabile per i mesi coperti dalla data di registrazione del contratto. Con la nota 01/2016/CC b del 28 gennaio scorso, il Ministero dell'Economia e delle Finanze ha confermato la data al 1 marzo della registrazione dei contratti di comodato verbali già in essere, per beneficiare fin dal 1° gennaio 2016 dello sconto del 50% sulla base imponibile Imu per le case date in comodato ai genitori o ai figli. Per i contratti stipulati in forma scritta, resta ferma l’obbligo di registrazione entro 20 giorni dalla stipula.

 

Deliberazioni di Giunta Comunale di approvazione dei valori delle aree edificabili ai fini IMU, ai sensi dell’art. 7 del vigente Regolamento IMU:

  •      DEL AREE EDIFICABILI 16 DEL 18022014.pdf  n. 16 del 18/02/2014 di riduzione del 50% dei valori per le zone “C.. e D..” senza Piano di Lottizzazione convenzionato  [544.79 KB]
  •      DEL AREE EDIFICABILI 91 DEL 16102012.pdf  n. 91 del 16/10/2012  [595.4 KB]
 

Accedi a Calcolo online dell'IUC avendo cura di digitare le aliquote deliberate dal Comune per l'anno 2016.

 

 

Collegamento gratuito all'Agenzia del Territorio per verifica rendite catastali (dotarsi degli estremi catastali degli immobili)

MODULISTICA IMU 

Imposta Pubblicità e Pubbliche Affissioni

Scadenza imposta annuale 31/01/2017. 

La ditta incaricata ABACO SPA provvederà all’invio dei bollettini precompilati per il pagamento dell’imposta annuale 2017 sul conto corrente postale N° 1026040079 intestato ad ABACO SPA COMUNE ROSOLINA IMPOSTA PUBBLICITÀ (IBAN: IT64 X076 0112 1000 0102 6040 079) con scadenza entro il 31 gennaio 2017, a meno che non venga presentata denuncia di cessazione entro il medesimo termine (art. 8 D.Lgs. n. 507/1993).

PER CHIARIMENTI, INFORMAZIONI E COMUNICAZIONI IN MERITO A TALI AVVISI DI PAGAMENTO, SI INVITANO I CONTRIBUENTI A CONTATTARE LA DITTA ABACO SPA, TEL: 0423 601755, FAX: 0423 602 900, INDIRIZZO E-MAIL: pubblicita@abacospa.it

L’Ufficio Affissioni ABACO SPA si trova presso l’Associazione Volontariato “Il Melograno” – Villaggio Norge Polesine, 103 – 45010 ROSOLINA – apertura al pubblico: Lunedì-Mercoledì-Venerdì, dalle ore 9,00 alle ore 12,00 - Mail: affissionirosolina@gmail.com – tel. 342-3269416.

Per eventuali informazioni, si invitano i contribuenti a rivolgersi all’Ufficio Tributi della Sede Municipale – Viale G. Marconi n. 24 – Telefono 0426/340463 – e-mail: tributi@comune.rosolina.ro.it - apertura al pubblico: lunedì, mercoledì e venerdì, dalle ore 10,30 alle 13,00.

  

CANONE OCCUPAZIONE SPAZI ED AREE PUBBLICHE

E’ onere del contribuente presentare la domanda di occupazione di spazi ed aree pubbliche all’Ufficio comunale competente, ai sensi dell’art. 16 del vigente Regolamento comunale disponibile nella sezione “Regolamenti”, secondo il modello di domanda disponibile nella sezione “Modulistica”. 

L’Ufficio Tributi trasmette al contribuente il bollettino postale di versamento del canone, in un’unica soluzione, intestato al Comune di Rosolina – Servizio di Tesoreria – C/C n. 11234457, sia per le occupazioni temporanee che permanenti. Per le occupazioni permanenti, è ammessa la possibilità del versamento in rate trimestrali anticipate (scadenti rispettivamente il 31/01 - 31/03 - 30/06 - 30/09 di ogni anno) qualora l'importo annuo dovuto non sia inferiore a € 516,45.

CANONE OCCUPAZIONE SPAZI ED AREE PUBBLICHE

Data aggiornamento scheda

11/05/2017
Viale Marconi, 24 - 45010 Rosolina (RO) | Tel.uff.Protocollo: 0426-340193 Fax uff.Protocollo: 0426-664285
Codice Fiscale 81004580296 | P.Iva 00689790293
PEC: protocollo.comune.rosolina@pec.tuni.it